La Pasqua tra sacro e profano

pasqua-in-abruzzo

Celebrazioni, feste, natura e divertimento

Le vacanze di Pasqua sono da sempre il periodo ideale per visitare luoghi naturali, parchi, musei, e l’Abruzzo, polmone verde d’Italia è certamente il luogo perfetto per scoprire, oltre alle bellezze naturali, anche antichi usi e tradizioni.

Paese che vai, tradizione che trovi: nei piccoli borghi d’Abruzzo sono tante le usanze dedicate alla Pasqua, dalla cucina, alle celebrazioni, alle superstizioni. Qui ve ne elencheremo alcune che potrete scoprire a pochi passi da Sessanio.

A L’Aquila la processione del Cristo Morto, celebrata il Venerdì Santo, esce dalla Basilica di San Bernardino, sulle note del Miserere e si snoda per le vie del centro storico. La processione del Cristo Morto ricorre in tanti borghi dell’Abruzzo e in ognuno di essi riserva la stessa suggestione e la stessa aura di mistero.
A Magliano de’ Marsi vi è invece una particolare usanza nel giorno di Pasquetta. Nella frazione di Rosciolo, dopo la processione delle statue della chiesa parrocchiale verso la chiesa di Santa Maria in valle Porclaneta, si consuma tutti insieme il pranzo all’aperto a contatto con la natura.

Allontanandoci di poco raggiungete la splendida cittadina di Sulmona, celebre per i suoi confetti, che preserva un’antichissima usanza pasquale, la Madonna che scappa, imperdibile rappresentazione sacra. Le statue di San Giovanni e San Pietro bussano tre volte alla chiesa di San Filippo, dove si trova la statua della Madonna, per annunciare la Resurrezione di Gesù; al terzo tentativo il portone si apre ed esce la Vergine vestita a lutto che si incammina verso la statua di Gesù Risorto. A metà percorso la Madonna vede il Figlio ed inizia a correre verso di Lui, l’abito del lutto cade ed appare un gioioso abito verde.

A farla da padrone del ponte pasquale è sicuramente il Parco Nazionale del Gran Sasso, che in questa ricorrenza si mostra in tutta la sua bellezza e magnificenza per accogliere i tanti turisti. Vengono allestiti diversi punti informativi e vengono attivate tantissime attività per tutti i gusti e tutte le età. Imperdibile il progetto denominato “Parco In Fiore”: passeggiate botaniche, corsi per l’utilizzo delle piante, creatività e artigianato artistico, yoga, tessitura, decine di iniziative create in sinergia tra tutti gli organi del Parco per permettere a tutti di vivere la natura.

Questi sono solo alcuni dei numerosi eventi che caratterizzeranno questo weekend di primavera, il periodo ideale per scoprire le bellezze dei borghi d’Abruzzo, i prodotti della tradizione enogastronomica e alcuni degli scorci più belli d’Italia, immersi in una natura accogliente e rigogliosa.

Non possiamo non fare una piccola parentesi gastronomica menzionando almeno due dei dolci pasquali più particolari: i fiadoni e la pupa e il cavallo. I fiadoni sono dei ravioli ripieni di formaggio o ricotta, mentre la pupa e il cavallo sono dei dolci di pasta di mandorla decorati con confetti e con al centro un uovo sodo che è tradizione regalare ai fidanzati: la pupa rappresenta infatti la donna mentre il cavallo l’uomo.

Nel nostro pacchetto di Pasqua è prevista la lezione di realizzazione di dolci tipici pasquali al vecchio forno: pupe, cavalli e dolci rituali.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Prenota il tuo soggiorno a Sextantio

Verifica la disponibilità